mercoledì 18 dicembre 2013


 L’Ente nazionale assistenza sociale (Enas) opera in Italia e all’estero da oltre 50 anni, potendo così contare su un’esperienza di grande rilievo, che viene posta a garanzia della difesa dei diritti dei lavoratori e dei pensionati.

L’Enas nacque infatti il 7 agosto 1953 per iniziativa dell’allora Cisnal (oggi Ugl) ai sensi del D.L.C.P.S. n.804 del 1947. Ha poi seguito l’evoluzione legislativa italiana sugli Enti di Patronato, fino alla legge 152 del 2001, che, nel definire i Patronati “persone giuridiche di diritto privato che svolgono un servizio di pubblica utilità”, ha aperto loro nuovi confini di intervento nel sociale, come, ad esempio, la previdenza complementare, che, evidentemente, riguarda i lavoratori più giovani, maggiormente interessati a costituirsi una pensione aggiuntiva a quella obbligatoria, destinando a tal fine anche il Tfr, il cosidetto “risparmio previdenziale”.
Il servizio di patronato è veloce, riduce i tempi di attesa per le risposte e le procedure telematiche con l'Inps. E’ ormai davvero ampia la gamma di servizi offerti gratuitamente dall’Enas, così come
l’arco di persone interessate:
  • I lavoratori privati, pubblici, autonomi, parasubordinati
  • le loro famiglie, con la tutela attenta della maternità e della paternità
  • i lavoratori stranieri residenti in Italia
  • gli italiani all’estero.
L’Enas offre il suo servizio sul piano tecnico, amministrativo, medico e legale, fornendo consulenza per indirizzare gli interessati nel il conseguimento delle prestazioni previdenziali e assistenziali e per le procedure da attivare per la difesa dei loro diritti.
I suoi operatori sono aggiornati in tempo reale e formati in appositi stages. Forniscono informazioni sulla legislazione e mettono a disposizione la modulistica occorrente per le domande di prestazione: queste vengono inoltrate agli Istituti competenti anche, quando previsto, per via telematica.
SI RICEVE PER APPUNTAMENTO PRESSO LA NOSTRA SEDE
VIA PRINCIPE AMEDEO 30 - TARANTO
TELEFONO: 380 - 2163924

I NOSTRI SERVIZI DI PATRONATO
Pensioni del settore pubblico e privato:
  • Vecchiaia
  • Anzianità
  • Reversibilità
  • Invalidità
  • Assegno sociale
  • Pensioni e assegni degli invalidi civili
  • Ricostituzione e supplemento
  • Trattamenti di famiglia
  • Maggiorazione sociale
  • Assegno di accompagnamento
E inoltre:
  • Estratto conto (controllo, rettifica e recupero)
  • Contributi figurativi
  • Prosecuzione volontaria
  • Riscatti, ricongiunzione e totalizzazione
  • Contributi per lavoro all’estero
  • Cure termali
  • Indennità di malattia e di maternità
  • Trattamenti di disoccupazione su pensioni e per attività lavorativa
  • Indennità per inabilità temporanea
  • Rendita per inabilità permanente
  • Revisione della rendita per aggravamento
  • Quote integrative
  • Rilascio e rinnovo permessi di soggiorno
  • assistenza medico/legale normativamente prevista




venerdì 22 giugno 2012


 L’Ente nazionale assistenza sociale (Enas) opera in Italia e all’estero da oltre 50 anni, potendo così contare su un’esperienza di grande rilievo, che viene posta a garanzia della difesa dei diritti dei lavoratori e dei pensionati.

L’Enas nacque infatti il 7 agosto 1953 per iniziativa dell’allora Cisnal (oggi Ugl) ai sensi del D.L.C.P.S. n.804 del 1947. Ha poi seguito l’evoluzione legislativa italiana sugli Enti di Patronato, fino alla legge 152 del 2001, che, nel definire i Patronati “persone giuridiche di diritto privato che svolgono un servizio di pubblica utilità”, ha aperto loro nuovi confini di intervento nel sociale, come, ad esempio, la previdenza complementare, che, evidentemente, riguarda i lavoratori più giovani, maggiormente interessati a costituirsi una pensione aggiuntiva a quella obbligatoria, destinando a tal fine anche il Tfr, il cosidetto “risparmio previdenziale”.
Il servizio di patronato è veloce, riduce i tempi di attesa per le risposte e le procedure telematiche con l'Inps.
E’ ormai davvero ampia la gamma di servizi offerti gratuitamente dall’Enas, così come
l’arco di persone interessate:
  • I lavoratori privati, pubblici, autonomi, parasubordinati
  • le loro famiglie, con la tutela attenta della maternità e della paternità
  • i lavoratori stranieri residenti in Italia
  • gli italiani all’estero.
L’Enas offre il suo servizio sul piano tecnico, amministrativo, medico e legale, fornendo consulenza per indirizzare gli interessati nel il conseguimento delle prestazioni previdenziali e assistenziali e per le procedure da attivare per la difesa dei loro diritti.
I suoi operatori sono aggiornati in tempo reale e formati in appositi stages. Forniscono informazioni sulla legislazione e mettono a disposizione la modulistica occorrente per le domande di prestazione: queste vengono inoltrate agli Istituti competenti anche, quando previsto, per via telematica.
SI RICEVE PER APPUNTAMENTO PRESSO LA NOSTRA SEDE
VIA PRINCIPE AMEDEO 30 - TARANTO
TELEFONO: 380 - 2163924

I NOSTRI SERVIZI DI PATRONATO
Pensioni del settore pubblico e privato:
  • Vecchiaia
  • Anzianità
  • Reversibilità
  • Invalidità
  • Assegno sociale
  • Pensioni e assegni degli invalidi civili
  • Ricostituzione e supplemento
  • Trattamenti di famiglia
  • Maggiorazione sociale
  • Assegno di accompagnamento
E inoltre:
  • Estratto conto (controllo, rettifica e recupero)
  • Contributi figurativi
  • Prosecuzione volontaria
  • Riscatti, ricongiunzione e totalizzazione
  • Contributi per lavoro all’estero
  • Cure termali
  • Indennità di malattia e di maternità
  • Trattamenti di disoccupazione su pensioni e per attività lavorativa
  • Indennità per inabilità temporanea
  • Rendita per inabilità permanente
  • Revisione della rendita per aggravamento
  • Quote integrative
  • Rilascio e rinnovo permessi di soggiorno
  • assistenza medico/legale normativamente prevista

martedì 12 luglio 2011

REGOLARIZZAZIONE COLF E BADANTI



Assumere un lavoratore domestico comporta per il datore di lavoro la necessità di far fronte ad una serie di adempimenti obbligatori, alcuni dei quali richiedono specifiche conoscenze.
Il servizio permette l’elaborazione di numerosi documenti, fra i quali:

Contratto fra le parti / lettera di assunzione;
Comunicazione obbligatoria di assunzione,cessazione e variazione del rapporto di lavoro domestico all’INPS;
Contratto di soggiorno per lavoratori extracomunitari;
Prospetto paga elaborato sulla base del calendario presenze/assenze;
Gestione di tredicesima, malattie, infortuni, T.F.R., ferie, etc.;
Modulo per il versamento dei contributi all’INPS;
Certificazione annuale dei redditi percepiti (corrispondente del modello CUD);
Prospetto del T.F.R.;
Simulazione del costo di gestione del lavoratore domestico e riepilogo del costo mensile suddiviso tra le varie voci: retribuzione, contributi, 13a, vitto e alloggio, ferie, T.F.R.).

Si riceve per appuntamento

Via Principe Amedeo 30 - Taranto
Tel: 099 2218415 cell: 380 2163924

martedì 17 maggio 2011

IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO


L’articolo 28 del Testo Unico della Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs. 81/2008), stabilisce che TUTTE LE AZIENDE CON ALMENO UN LAVORATORE (dipendente, co.co.pro, socio lavoratore, associato in partecipazione, ecc.) sono tenute ad effettuare la VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO per ogni unità produttiva omogenea.

SONO PREVISTE PESANTI SANZIONI CHE VANNO DA 2.500 A 6.400 EURO O LA RECLUSIONE DA 3 A 6 MESI

Il servizio IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO tramite una facile procedura permette in pochissimo tempo l’elaborazione del Documento di Valutazione del Rischio Stress Lavoro correlato (DVR) e la stampa del documento completo della relazione finale sul grado di rischio e sui rimedi di prevenzione o in alternativa la creazione del documento elettronico con firma e marcatura temporale.

Contrastare lo stress sul posto di lavoro è importante e permette di avere molteplici vantaggi quali:

- ridurre i costi, perché spesso si traduce in bassa produttività, ore di lavoro perse e aumento delle assenze per malattia,
- difendersi nei casi di richieste danni del lavoratore qualora avvii una causa per stress sul lavoro, sempre più frequenti, ridurre il premio INAIL riconosciuto per le aziende in regola con le norme sulla sicurezza sul lavoro.

Si riceve per appuntamento

Via Principe Amedeo 30 - Taranto
Tel: 099 2218415 cell: 380 2163924

giovedì 10 febbraio 2011

Colf e Badanti




 

Assumere un lavoratore domestico comporta per il datore di lavoro la necessità di far fronte ad una serie di adempimenti obbligatori, alcuni dei quali richiedono specifiche conoscenze. E’ quindi indispensabile avvalersi di un servizio di consulenza.

Il nuovo servizio “COLF e BADANTI”.

Il servizio, tramite una semplice procedura di inserimento dati, consente la gestione del rapporto di natura domestica di colf, badanti e collaboratori familiari.

Il servizio permette l’elaborazione automatizzata e la relativa stampa di numerosi documenti, fra i quali:

Contratto fra le parti / lettera di assunzione;
Comunicazione obbligatoria di assunzione,cessazione e variazione del rapporto di lavoro domestico all’INPS;
Contratto di soggiorno per lavoratori extracomunitari;
Prospetto paga elaborato sulla base del calendario presenze/assenze;
Gestione di tredicesima, malattie, infortuni, T.F.R., ferie, etc.;
Modulo per il versamento dei contributi all’INPS;
Certificazione annuale dei redditi percepiti (corrispondente del modello CUD);

Simulazione del costo di gestione del lavoratore domestico e riepilogo del costo mensile suddiviso tra le varie voci: retribuzione, contributi, 13a, vitto e alloggio, ferie, T.F.R.).


Si riceve per appuntamento

Via Principe Amedeo 30 - Taranto
Tel: 099 2218415 cell: 380 2163924

Regolarizzazione Colf e badanti




Regolarizzazione Colf e Badanti
Procedura per la Regolarizzazione di Colf e Badanti

Data fondamentale per la regolarizzazione di colf (lavoratori domestici) e badanti (quanti assistono persone affette da patologie o handicap) è stata il primo Settembre 2009: chi esercita questo tipo di attività, infatti, spesso presta il proprio servizio a domicilio senza alcun permesso, a volte anche in modo non conforme alle regole italiane; dunque è stato possibile presentare la domanda in grado di mettere in regola comunitari ed extracomunitari irregolari che si sono occupati di attività di assistenza o lavoro domestico da almeno tre mesi a partire dal 30 Marzo scorso.

PUOI ANCHE ESERCITARE IL TUO DIRITTO DI RISARCIMENTO DEL DANNO SE IL TUO DATORE DI LAVORO NON HA REGOLARIZZATO LA TUA POSIZIONE.

Si riceve per appuntamento

Via Principe Amedeo 30 - Taranto
Tel: 099 2218415 cell: 380 2163924

lunedì 7 febbraio 2011

Il nostro servizio di patronato è veloce! Riducei i tempi di attesa per le tue risposte e le procedure telematiche con l'Inps. E’ ormai davvero ampia la gamma di servizi offerti  dall’Enas, così come
l’arco di persone interessate:
  • I lavoratori privati, pubblici, autonomi, parasubordinati
  • le loro famiglie, con la tutela attenta della maternità e della paternità
  • i lavoratori stranieri residenti in Italia
  • gli italiani all’estero.
L’Enas offre il proprio servizio sul piano tecnico, amministrativo, medico e legale, fornendo consulenza per indirizzare gli interessati nel il conseguimento delle prestazioni previdenziali e assistenziali e per le procedure da attivare per la difesa dei loro diritti.
I suoi operatori sono aggiornati in tempo reale e formati in appositi stages. Forniscono informazioni sulla legislazione e mettono a disposizione la modulistica occorrente per le domande di prestazione: queste vengono inoltrate agli Istituti competenti anche, quando previsto, per via telematica.
SI RICEVE PER APPUNTAMENTO PRESSO LA NOSTRA SEDE
VIA PRINCIPE AMEDEO 30 - TARANTO
TELEFONO: 380 - 2163924

I NOSTRI SERVIZI DI PATRONATO
Pensioni del settore pubblico e privato:
  • Vecchiaia
  • Anzianità
  • Reversibilità
  • Invalidità
  • Assegno sociale
  • Pensioni e assegni degli invalidi civili
  • Ricostituzione e supplemento
  • Trattamenti di famiglia
  • Maggiorazione sociale
  • Assegno di accompagnamento
E inoltre:
  • Estratto conto (controllo, rettifica e recupero)
  • Contributi figurativi
  • Prosecuzione volontaria
  • Riscatti, ricongiunzione e totalizzazione
  • Contributi per lavoro all’estero
  • Cure termali
  • Indennità di malattia e di maternità
  • Trattamenti di disoccupazione su pensioni e per attività lavorativa
  • Indennità per inabilità temporanea
  • Rendita per inabilità permanente
  • Revisione della rendita per aggravamento
  • Quote integrative
  • Rilascio e rinnovo permessi di soggiorno
  • assistenza medico/legale normativamente prevista